Si parla sempre più spesso di bonus fiscali approvati dalla legge di bilancio mirati al miglioramento delle nostre abitazioni: bonus ristrutturazioni, eco bonus mirato al risparmio energetico, sisma bonus.

Dopo gli eventi sismici sempre più frequenti lungo tutta la nostra penisola e in particolar modo nel centro Italia, sono emersi dati importanti e allo stesso tempo preoccupanti sulla situazione delle nostre abitazioni: il Consiglio Nazionale Ingegneri evidenzia come oltre 21,5 milioni di persone abitino in aree del paese esposte a rischio sismico molto o abbastanza elevato (zone 1 e 2) e altri 19 milioni risiedono, invece, nei comuni classificati in zona 3. Questo vuol dire che almeno 10 milioni di case sono costruite nelle zone sismiche più a rischio.

Per quanto riguarda il sisma bonus questo rappresenta un’agevolazione fiscale che prevede un importante incentivo nel caso in cui si intervenga con un adeguamento antisismico sulla propria casa.

Ma vediamo cos’è il sisma bonus e chi ne può usufruire.

Per beneficiare dell’agevolazione sisma bonus, occorre che l’immobile sia ubicato all’interno della zona sismica 1, 2 o 3 e che i lavori di adeguamento, siano tali da determinare una riduzione del rischio sismico di 1 o 2 classi.
Per cui, maggiore è la riduzione del pericolo terremoto, maggiore è la detrazione fruibile. Se il rischio di riduce di 1 classe, spetta un a detrazione pari al 70%, mentre se lo si riduce di 2 classi, la detrazione è pari al 75%;

che i lavori di adeguamento sismico vengano effettuati tra il 1° gennaio 2017 ed il 31 dicembre 2021;

inoltre il tetto di spesa massimo da impiegare per i lavori è fissato a 96.000 Euro.

Qualora gli interventi siano realizzati sulle parti comuni di edifici condominiali, le detrazioni dall’imposta spettano, rispettivamente, nella misura del 75% e dell’85%.

A differenza degli anni precedenti, la detrazione è ripartita in cinque quote annuali di pari importo nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.

Bastano pochi interventi per rendere un immobile anti sismico e non bisogna necessariamente alterarne l’aspetto.

Se è vero che prevenire è meglio che curare, allora siamo sicuri che investire sulla propria casa, rendendola più sicura, vuol dire proteggere e mettere al sicuro noi e i nostri cari.